Se siete stanchi del mare, Isola d’Elba può offrire bellissime escursioni in montagna. Una di queste è la salita al Monte Capanne, la cima più alta dell’isola con i suoi 1019m.

Dopo tre giorni di navigazione e approfittando di un giorno di vento nullo, abbiamo deciso di mettere i piedi a terra e dedicare la giornata a un pò di montagna.

Marciana Marina

La nostra gita in montagna parte dal mare, da Marciana Marina, un tipico paesino di mare con il suo porto turistico, la via di negozi che vendono ogni genere di souvenir e i ristoranti vista mare sempre affollati. Marciana Marina è il più piccolo dei comuni dell’Isola d’Elba, circondato da un lussureggiante bosco di pini, castagni e querce. Le origini di questo paesino, si perdono nell’antichità ma con evidenti traccie della sua storia etrusca e romana come il Borgo del Cotone, l’antico quartiere dei pescatori caratterizzato da case color pastello a strapiombo sul mare e il piccolo porticciolo protetto dalla scogliera che da appunto il nome al borgo derivando dal latino “cos, cotis” che significa appunto scogliera. Altro simbolo caratteristico di Marciana Marina è la Torre degli Appiani, situata all’ingresso del porto turistico è una torre costiera di carattere difensivo eretta probabilmente nel XII secolo e poi ampliata e modificata nel corso del cinquecento fino ad assumere l’aspetto di oggi.

Dove mangiare a Marciana Marina

A Marciana Marina sia sul lungomare, sia nelle numerose piazzette del paese potete trovare molti posti dove mangiare, noi abbiamo cenato al ristorante La Fiaccola, neanche a dirlo con del buonissimo pesce. Se cercate una cucina più raffinata, magari proprio nel Borgo del Cotone, potete provare il ristorante Umami.

Porto di Marciana Marina colorato dalle barche dei pescatori

Verso il Monte Capanne

Prendiamo il bus n.116 dalla fermata vicino al supermercato del paese che al costo di 5€ (andata e ritorno) ci porta fino al paese di Marciana. Per salire al Monte Capanne si può scegliere il sentiero n.1 o n.6 che parte dal borgo e ottimamente segnalato, ma visto che dopotutto siamo in vacanza, decidiamo di usare la comoda cabinovia e in poco più di 15 minuti e al costo di 18€ A/R ci porta fino quasi in vetta.

Volendo è presente anche il sentiero 00, una via ferrata da affrontare solo se debitamente attrezzati e preparati, che però regala dei passaggi su roccia unici lungo la cresta che porta alla vetta.

La terrazza del monte Capanne

Scesi dalla cabinovia non si può rimanere che sbalorditi dal paesaggio, ma non siamo ancora in cima. Una piccola passeggiata di una decina di minuti ci porta alla vetta del Monte Capanne, sulla terrazza panoramica a ridosso delle immense antenne. Da qui la vista è a tutto tondo sull’isola e dopo le classiche foto di rito scendiamo per trovarci un angolino dove gustare il pranzo al sacco che ci siamo portati. Volendo all’arrivo della funivia è presente anche un piccolo bar dove smangiucchiare qualcosa comodamente seduti al tavolo sulla terrazza vista mare.

Il tempo purtroppo è in rapido peggioramento, grandi nuvoloni stanno arrivando ed è arrivato il momento di scendere…ma senza dimenticare di visitare il borgo di Marciana.

INFO FUNIVIA:
La cabinovia si trova a Marciana, località Pozzatello, a pochi metri dal centro abitato e permette l’accesso al Monte Capanne. Realizzata negli anni sessanta, la cabinovia è stata ristrutturata nel 2005 e permette di raggiungere la vetta fino a 950 m in circa 18 minuti. Apre da Aprile a Settembre dalle 10:00 alle 17.30 (18:00 da giugno ad agosto) con una pausa dalle 13:20 alle 14:20, quindi occhio all’orologio. Per ulteriori informazioni potete contattare la Società Elbana Trasporti al numero 0565901020.

Il borgo antico di Marciana

Ai piedi del Monte Capanne, alla quota di 375m, troviamo il borgo di Marciana che conserva intatto la sua impronta medioevale. Punto di accesso al paese è l’antico arco di ingresso, percorriamo le strette stradine lastricare che a tratti si aprono su bellissime piazzette alberate dove poter rilassarsi e riposarsi sulle panchine. Tra i vicoletti abbelliti dai colorati fiori dei paesani, troviamo tanti negozietti di artigianato e prodotti locali come il negozio artigianale di marmellate Il Capepe…una vera delizia per il palato. La parte alta è dominata dalla fortezza del XII secolo risalente all’epoca dell Repubblica Pisana e utilizzata dagli abitanti come rifugio dalle incursioni dei pirati.